Crea sito
IL GUSTO DI RITROVARSI Stampa

editdon

Nel tempo lento e rilassato dell’estate
tutti dovremmo fare qualcosa di diverso
rispetto alle fatiche dell’inverno.
Dovremmo avere la capacità di riprenderci le cose belle.
Tutti corriamo da mattina a sera,
siamo sempre pre - occupati dalle cose che dobbiamo fare.
Ci serve per vivere un tempo diverso,
fatto di lentezze,di cose belle.
Immagino le sere d’estate tra amici.
Le “rimpatriate” credo che siano per tutti una benedizione.
Amici lontani per lavoro o per studio
che tornano per respirare aria di casa.
In questa “aria di casa” ci sono anche
i ricordi degli amici storici.
Qualche giorno fa,la classe 1977
ha creato un gruppo WhatsApp per riprendere i contatti
con tutti e soprattutto con i “dispersi nel mondo”.
Allora ho pensato alcune cose,seguendo da lontano
l’organizzazione(è più facile mettere insieme
100 bambini che un gruppo di 40enni) e ho scoperto,
o forse si è fatto più chiaro,che:
- per riprendere le amicizie bisogna
aver la voglia di cercarsi e di ricercarsi.
Non sempre nella vita tutto avviene in modo spontaneo.
Bisogna volere delle cose.Qualche volta è necessario insistere,
provare,chiedere,interessarsi e non “stancarsi nella ricerca”.
- ci sono amicizie,legami sottilissimi che rimangono nel cuore
delle persone nonostante il carico di vita che tutti
ci portiamo addosso. Non passa tutto,ci sono cose piccolissime
e forse fragilissime che rimangono,per cui basta un invito
o una parola per riportare alla mente e al cuore quello che è stato.
- ci sono persone che hanno segnato la vita
e che ancora sono presenti nei ricordi. Per noi la signorina Ada
e la signora Anita erano molto di più che delle semplici maestre.
Erano le mamme di tutti. Avevano sempre ragione loro
e tutto quello che facevano era benedetto dai nostri genitori.
I loro occhi e i loro sguardi hanno,ora,
il sapore dell’amore della mamma.
- bisogna riconoscere che la vita ci cambia.
Evito di dire come siamo cambiati fisicamente
(potrei essere insultato per molto tempo),
ma la cosa bella è che la vita,le scelte fatte e forse non fatte,
ci ha cambiato lo sguardo sulle cose e sulle persone.
- Festeggiare i 40 anni non è esattamente
come festeggiare i compleanni passati.
Non siamo più giovani(per qualcuno dei miei amici
si vede anche che non è più giovane),
siamo uomini e donne che stanno facendo il meglio
che possono nella vita. Questo ci basta!
Allora ho pensato che dovremmo conservare il gusto antico
di ritrovare gli amici,di passare qualche ora insieme
per ricordare un’età bella della nostra vita,
bere qualcosa di buono insieme e ridere un poco.
Questo ci rende più umani.
Buona domenica!