Crea sito
LA SCUOLA, LUOGO DI SOCIALITA', RELAZIONI, AMICIZIA Stampa
Domenica 21 Settembre 2014 08:57

lory edit

All’inizio di ogni anno scolastico 
siamo bombardati dai mass-madia 
che sponsorizzano mezze verità riguardo la scuola.
Il Ministro di turno-intento a lasciare traccia del suo passaggio
-ora accorcia il percorso di studi,ora cambia il nome dei cicli,
ora elimina i laboratori - salvo poi indicare,
la necessità di sperimentare -la verità 
la conosce solo chi la scuola la vive. 
La scuola è il primo ambiente con cui la famiglia si confronta
e le affida il bene più prezioso,i l proprio figlio/a 
ed il docente è incaricato dallo Stato a formare i futuri uomini.
Come e chi è tenuto a dare il giusto imprinting?
I bambini cercano l’approvazione negli occhi degli adulti
–soprattutto dei genitori e delle maestre
- capiscono se sono contenti di quel che fanno 
e questo li aiuta a costruire un’immagine di sé armonica e sicura. 
Il bravo docente,pone tutti gli studenti sullo stesso piano,
offrendo loro però,gradini diversi su cui salire,
concedendo opportunità,superando barriere abbattendo privilegi, 
aumentando così l’ autostima,cioè l’idea che hanno
di riuscire a superare gli ostacoli,a scuola come nella vita. 
Il bambino/ragazzo a scuola frequenta più amici,
coltiva più relazioni ciò apporta notevoli benefici 
nel processo di crescita,in quanto contribuisce
ad una sua maggiore apertura e interazione col mondo circostante.
Si tratta di dare agli studenti,che si incontrano a scuola,
l’opportunità di interagire socialmente in una varietà di modi diversi 
perché possano conoscere i vari aspetti dell’amicizia, 
imparare a mostrare cortesia e disponibilità verso tutti i compagni 
e comprendere, in particolare, che il rispetto reciproco
è alla base di ogni forma di relazione. 
Leggere apre la mente,studiare,essere onesti,
usare il cervello e la propria intelligenza in maniera autonoma,
è questo che la scuola deve insegnare e lo può fare 
solo se crea un relazione con la famiglia. 
Questa è didattica diversificata,che accoglie,che include,che prepara. 
Che piaccia o no,i docenti ed in particolare le maestre 
svolgono una funzione centrale nella società,più di chiunque altro
e dalla loro esperienza che bisogna partire per riformare la scuola. 
Qualcuno,lo faccia presente ai politici. 

Loredana D’Amico